Passa avanti
Carboidrati Per Una Sana Alimentazione

Carboidrati Per Una Sana Alimentazione

Negli ultimi tempi la classica dieta mediterranea è stata oggetto di forti contrasti circa la sua reale utilità per il corretto funzionamento dell’organismo, oltre alla difficoltà di mantenere un regime dietetico ipocalorico quando si assumono molti carboidrati.

 

Infatti stanno andando di moda moltissime diete ad alto contenuto proteico, con la quasi totale esclusione dei carboidrati, poiché considerati i veri artefici del grasso corporeo. Di fatto, però, sono fondamentali nella nutrizione dell’uomo e nel mantenere un’adeguata prestazione sportiva.

I carboidrati si chiamano anche glucidi e possono essere monosaccaridi, polisaccaridi e oligosaccaridi, in base alle molecole contenute di carbonio, ossigeno ed idrogeno.

LE PRINCIPALI FUNZIONI DEI CARBOIDRATI

Al fine di comprendere l’enorme importanza dei glucidi all’interno di una sana alimentazione, ecco i benefici principali che ne derivano:

  • Corretto rapporto di glucosio nel sangue (interessante soprattutto per i diabetici)
  • Mantenimento della muscolatura durante lo sforzo fisico (interessante per gli sportivi)
  • Supporto al sistema nervoso e al rapporto sonno/veglia

Elencati i principali benefici e le funzioni primarie dei carboidrati, andiamo a valutare anche le reazioni del nostro organismo per far fronte ad una notevole diminuzione di carboidrati introdotti con la dieta.

La mancanza di questo tipo di nutrimento può causare:

  • Forte nervosismo ed irascibilità
  • Debolezza e tachicardia; scompensi cardiaci
  • Forti mal di testa e vertigini
  • Lenta ma inesorabile diminuzione della massa magra
  • Acidosi e problematiche renali

Ecco perché non è mai consigliabile diminuire drasticamente il consumo di carboidrati all’interno della giornata e nella dieta quotidiana.

L’INDICE GLICEMICO NEGLI ALIMENTI

Per chi volesse aumentare le prestazioni atletiche o perdere peso, ci sono sicuramente delle accortezze da seguire: pur mantenendo il corretto apporto di zuccheri e glucidi nell’alimentazione, si possono prediligere dei cibi con indice glicemico basso, rispetto ad altri.
E questi alimenti sono i cereali integrali come il farro, l’orzo, i legumi, la frutta, la verdura ed i latticini.

Non si deve demonizzare nemmeno il classico piatto di pasta, simbolo per antonomasia della dieta mediterranea, ma andrebbe comunque razionato e presentato a tavola non più di una volta la settimana.
I dolciumi in generale hanno un altissimo indice glicemico e andrebbero per quanto possibile tolti dalla dieta e consumati davvero “per occasioni speciali” come compleanni, feste comandate ecc.
E questo tipo di regime dietetico si dovrebbe seguire non solo per raggiungere il giusto peso corporeo, ma è consigliato a chiunque voglia restare in salute per gli anni a venire.

I picchi di zuccheri, sia intesi come iperglicemia che ipoglicemia sono pericolosissimi per l’individuo e andrebbero evitati per scongiurare problematiche serie che, nei casi peggiori, possono anche portare alla morte.
Per cui è importante non dimenticare mai di inserire in quantità corrette, i carboidrati all’interno della nostra dieta, seppur con una certa attenzione alla qualità e la tipologia dei glucidi che ingeriamo.

Articolo precedente Formula 1 Herbalife

Lascia un commento

* Campi richiesti